La Pinacoteca Antonio Atza

Si trova a Bosa, nel corso Vittorio Emanuele II di fronte alla Casa Deriu, nei locali della ex Biblioteca comunale. Al suo interno si trovano le opere donate dal pittore Antonio Atza alla Città di Bosa.

L'esposizione, suddivisa in diverse sale, permette di conoscere il percorso dell'artista delle primissime esecuzioni realistiche, alla fase surrealista che lo ha consacrato tra i protagonisti del dopoguerra. La pinacoteca costituisce la più significativa esposizione delle opere di Atza con le famose "Sabbie" dipinte alla fine degli anni cinquanta, i "Blues" dei primi anni sessanta e le opere di chiara ispirazione futurista, come l'Autoritratto e i Venditori di brocche che assieme agli "Aquiloni" descrivono la portata culturale della sua innovazione artistica.

Il museo permette la conoscenza di un artista annoverato tra i maestri dell'arte sarda del secondo Novecento. I suoi dipinti sono infatti presenti nei principali musei dell'isola e sono ricercati e ambiti dai collezionisti. Uno spazio è dedicato alle opere dei vari artisti con i quali Antonio Atza aveva stretto rapporti di amicizia: Stanis Dessy, Giovanni Thermes e Giovanni Pisano.

Prenota una visita ora!

©2016 TACS snc. Tutti i diritti sono riservati